Copertina

Europa e Stati Uniti secondo il New York Times: la corrispondenza estera di Anne O'Hare McCormick 1920-1954

Nova Americana

Federica Pinelli, Marco Mariano

Anne O'Hare McCormick, corrispondente ed editorialista di questioni internazionali per il New York Times dal 1921 al 1954, è stata una delle maggiori giornaliste americane del Novecento. Cattolica di origine irlandese, nel 1936 fu la prima donna ad entrare nell'editorial board della testata newyorkese e l'anno seguente vinse il Premio Pulitzer per le sue corrispondenze dall'Europa. La sua column, intitolata Abroad, sarebbe comparsa ininterrottamente nella pagina dei commenti del quotidiano per diciotto anni.

La vita della McCormick è stata ricostruita con una particolare attenzione alla sua dimensione pubblica: dall'infanzia a Columbus, Ohio, agli esordi nel settimanale diocesano di Cleveland, alla vicenda vissuta da protagonista nel quotidiano che negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale si affermò come il più prestigioso ed influente del paese.

Gli autori raccontano il suo successo professionale in un mondo rigidamente maschile e partono dai reportage e dagli editoriali della McCormick per disegnare un quadro delle relazioni euro-americane in cui le vicende italiane hanno una parte di rilievo.


This book focuses on the career of Anne O'Hare McCormick, correspondent and writer of foreign affairs editorials for the "New York Times" from the 1920s to the 1950s and among the most prominent women in the history of American journalism. It is not a traditional biography, as it deals primarily with her public life; still, aspects of her private world are taken into account as well, particularly regarding her formative years. While little known to both the general public and scholars of American modern history, Anne O'Hare McCormick is a challenging and controversial figure, especially for the students of Euro-American relations in the 20th century.

Her writings, her extended contacts on both sides of the Atlantic, and her role as a government advisor on foreign affairs in the early 1940s provide a contradictory and yet significant sample of American visions and interpretations of Europe. Furthermore, her involvement in the women's rights movement and her Catholic Irish-American background make of her rather peculiar member and an observer of the foreign policy establishment she has dealt with for most of her professional life.


2000

gratis

ISBN 9788887503081

scarica